Come ottimizzare il processo alimentare con i filtri CSF16 per garantire la massima qualità del vapore nell’industria F&B

0
1433

Nell’industria alimentare la qualità del processo produttivo è intrinsecamente legata all’efficacia degli strumenti utilizzati.  Tra questi, un ruolo di spicco è rivestito dall’utilizzo del vapore, la cui purezza è essenziale per garantire sia la sicurezza alimentare che l’efficienza operativa.  

Centrali in questo contesto sono i filtri CSF16 di Spirax Sarco, che emergono come soluzioni all’avanguardia per l’ottimizzazione del vapore impiegato in produzione. 

Ti potrebbe interessare: “L’utilizzo del vapore nei processi produttivi del comparto alimentare”

Filtri CSF16: efficienza e conformità

Come anticipato, all’interno della produzione F&B la qualità del vapore non può essere lasciata al caso. Il filtro CSF16 si posiziona come garante di questa qualità, assicurando che il vapore utilizzato nei processi di produzione sia libero da contaminanti. 

I filtri di questo tipo, ideati e realizzati da una società leader a livello mondiale come Spirax Sarco, non si limitano a garantire un vapore pulito, ma offrono anche una serie di vantaggi che vanno ben oltre la semplice filtrazione.  

Sviluppati in acciaio inox austenitico, sia nella serie 304 che nella 316L, questi filtri sono progettati per resistere agli ambienti più esigenti, garantendo una durabilità e affidabilità senza pari.  

La loro capacità di trattenere fino al 95% delle particelle aventi dimensioni di 2 micron o superiori, conformemente alle normative per la produzione di vapore per impiego alimentare, rende i filtri CSF16 una scelta prioritaria per chi cerca l’eccellenza nell’industria F&B. 

Ti potrebbe interessare: “Il ruolo essenziale delle valvole di controllo nell’efficienza dei sistemi a vapore”

Tecnologia avanzata per la sicurezza alimentare

L’adozione dei filtri CSF16 nell’industria alimentare non è soltanto una questione di conformità normativa. È una decisione strategica che incide direttamente sull’efficienza del processo UHT (Ultra High Temperature), migliorando significativamente gli standard di produzione. Grazie alla loro tecnologia avanzata, questi filtri assicurano che il vapore utilizzato sia di qualità superiore, influenzando positivamente sia la sicurezza alimentare che l’efficienza energetica. 

 

 

I vantaggi dei filtri CSF16

Riepiloghiamo i principali benefici dei filtri CSF16 per l’industria alimentare: 

  • Massima purezza del vapore: il filtro CSF16 elimina impurità, batteri e particelle solide, assicurando un vapore puro e sicuro per il contatto con gli alimenti. 
  • Migliore efficienza dei processi: un vapore privo di contaminanti riduce i depositi e la corrosione nelle tubazioni e negli impianti, ottimizzando le prestazioni e la durata dei sistemi. 
  • Qualità del prodotto finale: l’utilizzo di vapore puro preserva le caratteristiche organolettiche e nutritive degli alimenti, garantendo un prodotto finale di alta qualità. 
  • Sicurezza alimentare: la rimozione di batteri e microrganismi dal vapore contribuisce a ridurre il rischio di contaminazione e a migliorare la sicurezza alimentare. 
  • Conformità alle normative: i filtri CSF16 sono conformi alle normative e agli standard di sicurezza alimentare più rigorosi, come la norma “3A Accepted Practice Number 609-00” e le direttive FDA. 

Ti potrebbe interessare: “Garantire standard superiori nell’industria F&B grazie all’utilizzo di vapore di eccellente qualità”

Verso una produzione che mira all’eccellenza

La collaborazione tra energy manager, plant manager e fornitori di soluzioni avanzate come Spirax Sarco è cruciale per garantire che l’industria alimentare possa continuare a crescere, mantenendo al contempo gli elevati standard che i consumatori si aspettano. I filtri CSF16 rappresentano quindi non solo una soluzione tecnica ma un vero e proprio investimento nel futuro dell’industria F&B. 

Condividi il post:
Share